Verde privato

Verde privato

Di seguito gli interventi sul verde privato soggetti e non soggetti a autorizzazione.

Abbattimento e capitozzatura di verde privato sottoposto a tutela. Di cosa si tratta?

Per effettuare interventi di abbattimento e/o capitozzatura sul verde privato sottoposto a tutela, è necessario richiedere apposita autorizzazione. Sono sottoposte a tutela le alberature private che presentano almeno una delle seguenti condizioni:

– circonferenza del tronco pari o superiore a 60 cm misurata ad 1 metro dal suolo
– per alberi formati da più tronchi una somma delle circonferenze dei singoli tronchi pari o superiore ad 1 metro
– alberature piantate in sostituzione di altre da non oltre dieci anni dal loro impianto

Sono inoltre sottoposti a tutela particolare gli alberi di pregio comunale, individuati da specifico censimento eseguito sulla base di criteri dimensionali, di età, e rarità della specie, aspetti storico-culturali. ( fino al completamento del censimento si considerano alberi di pregio comunale quelli aventi una circonferenza superiore alla soglia individuata dalla tabella dell’ALLEGATO c del vigente Regolamento). Gli alberi considerati di particolare pregio comunale non possono essere abbattuti per fini edificatori.

Nelle zone a destinazione agricola, sono sottoposte a tutela le siepi e macchie miste spontanee e i filari di alberi campestri. Per questi elementi del paesaggio agrario l’eventuale estirpazione/abbattimento/capitozzatura è assoggettata preventiva autorizzazione.

Abbattimento

L’abbattimento delle alberature private tutelate può essere richiesto nei seguenti casi:

– Morte della pianta

– Grave patologia o avanzato deperimento della pianta, non altrimenti trattabili

– Pericolo di crollo con rischio di danno a persone, animali o cose dimostrato da Analisi di stabilità degli alberi, eseguita da un professionista abilitato

– Ostacolo alla realizzazione di intervento edilizio dimostrato da Relazione tecnica (esclusi gli alberi di particolare pregio comunale)

– Danno diretto a strutture edificate dimostrato da Relazione tecnica

– Interferenza con impianti, infrastrutture, sottoservizi dimostrato da Relazione tecnica

Capitozzatura

Gli interventi di capitozzatura dell’albero, sono quelli che comportano il taglio della chioma rilasciando monconi di ramo con tagli superiori a 8 cm di diametro per gli alberi a foglia caduca e le latifoglie e con tagli superiori a 4 cm di diametro per le conifere aghifoglie.

La capitozzatura delle alberature private può essere richiesta nei seguenti casi:

– pericolosità dell’albero, dimostrata da un analisi di stabilità eseguita da un professionista abilitato, per la cui sicurezza sia necessario un consistente alleggerimento della chioma;

– necessità di conservazione di alberature coltivate nella forma “ a testa di salice” ovvero di alberi allevati fin dai primi anni con tagli di capitozzatura, che modificano in modo permanente la struttura naturale dell’albero (ad esempio, filari di gelsi, salici, etc.);

– presenza di ramificazioni che interferiscono pericolosamente con linee e impianti aerei (linee elettriche, filoviarie, ecc. ), con strutture ( edifici, segnaletica, impianti pubblicitari, ecc.) o infrastrutture ( marciapiedi, carreggiate, passi carrai, ecc.)

Info sull'autore

admin administrator